mercoledì 29 giugno 2011

I suoi dodici anni, Tainà me li ha scritti.....


Il cielo azzurro, le nuvole bianche come sono io
Il verde del prato è la mia speranza
Nell'orizzonte vedo i miei sogni
La tempesta è la mia paura
i tuoni sono la mia rabbia

Il colore rosso è il mio amore
Il giallo del sole mi dà forza
Io volevo essere come un uccello
che vola verso l'orizzonte, senza paura di niente
Io volevo essere libera nell'orizzonte 
senza preoccupazione e senza problemi
Il giorno è come la nostra vita: noi non sappiamo come sarà domani


Pigazzano di Travo ( PC ), in dissolvenza su trifoglio giallo

6 commenti:

  1. Giulia, Tainà sarà contenta che tu ti sia soffermata sui suoi pensieri di bambina cresciuta troppo in fretta!

    RispondiElimina
  2. Domani sarà un'altra avventura e come i cavalieri affronteremo il sorgere e il calare del sole,
    battaglia daremo se servirà, amore e dolcezza vinceremo..

    RispondiElimina
  3. Dirò a Tainà che l'hai letta e l'hai pensata...grazie Minusca!!!

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia di pensieri scritti con grande sentimento da una bambina di dodici anni.
    Buona domenica
    Bruna

    RispondiElimina
  5. Tainà sente nostalgia del suo paese d'origine, Bruna!! Occorre aiutarla.....

    RispondiElimina