mercoledì 5 ottobre 2011

Acqua perduta


Sognava. E nel sogno, mentre saliva in auto, sapeva. Lui era sempre il solito...sempre uguale - anche se lo avvertiva solo attraverso la memoria dei sentori vaghi di un momento lontano, profondo -  e i suoi occhi erano angoli d'acqua sotto il sole:  lucevano concedendo azzurro all'azzurro e,  acquistando guizzi più chiari, diventavano acqua perduta.   “Allora, dove vuoi andare?” - le chiese - e lei non esitò che un attimo…..poi: “Portami a vedere dove sei nato" gli sussurrò.  Lui sorrise guardando avanti la strada che lei sentì scorrere, scorrere come un torrente, rotolare verso un buio gorgo. Finire.

8 commenti:

  1. Great picture Lalla..... excellent done

    ciao, Joop

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo Lalla...

    Ciao
    Ste

    RispondiElimina
  3. Grazie per la tua assiduità,Stefano!!

    RispondiElimina
  4. Meraviglia di spettacolo
    Buona domenica

    RispondiElimina
  5. Una foto molto bella..compreso il commento che accompagna la foto, ciao Lalla
    Ermanno

    RispondiElimina
  6. Grazie Ermanno. Mi fa piacere che tu ti sia fermato qui!

    RispondiElimina