sabato 17 febbraio 2024

Ho bisogno di lavarmi l'anima


 


Mi vedi? Ci sono! Sono io!

Mi sto  lavando l'anima con l'acqua salata, parente delle lacrime.


Gialos beach - isola di  Kefalonia - Grecia

venerdì 16 febbraio 2024

IL CAMMINO DELL' UMANITA in " IRON SKY - CIELO DI FERRO"









IRON SKY  - Paolo Nutini                  CIELO DI FERRO - Paolo Nutini

 We are proud individuals living on the city   NOI SIAMO FIERI INDIVIDUI CHE VIVONO  IN CITTA'

But the flames couldn't go much higher   MA LE FIAMME NON POTRANNO ARRIVARE PIU' IN ALTO

We find gods and religions to      TROVIAMO DEI E RELIGIONI 

To paint us with salvation           CHE CI DIPINGONO LA SALVEZZA

But no one           MA NESSUNO

No, nobody          NO, NESSUNO

Can give you the power           PUO' DARTVI  LA FORZA

To rise over love               DI INNALZARVI SOPRA L'AMORE

And over hate                    E SOPRA L'ODIO

Through this iron sky         ATTRAVERSO QUESTO CIELO DI FERRO

That's fast becoming our minds      CHE FACILMENTE DIVENTERA LA NOSTRA MENTE

Over fear and into freedom              FUORI LA PAURA E DENTRO LA LIBERTA'


" a coloro che ci odiano, io dico: non disperate! Perchè l'avidità che ci comanda è soltanto un male passeggero , come la pochezza di uomini che temono le meraviglie del progresso umano.

L'odio degli uomini scompare insieme con i dittatori. Il potere che hanno tolto alla gente, alla gente tornerà. E qualsiasi mezzo usino, la libertà non può essere soppressa.

Soldati! Non cedete a di bruti, uomini che vi comandano e che vi disprezzano, che vi limitano e che vi dicono cosa dire, cosa fare, cosa pensare, come vivere! Che vi irregimentano, vi condizionano, vi trattano come bestie! Voi vi consegnate a questa gente senz'anima! Uomini-macchina con macchine al posto del cervello e del cuore! Ma voi non siete macchine! Voi non siete bestie. Siete Uomini! Voi portate l'amore dell'umanità nel cuore! Voi non odiate. Coloro che odiano sono quelli che non conoscono l'amore altrui!"

Dal film IL GRANDE DITTATORE di C. Chaplin, 1940 - "Discorso all'Umanità"


Oh, that's life                    OH, QUESTA E' LA VITA

Left dripping down the walls                      CHE STA GOCCIOLANDO GIU' DAI MURI

Of a dream that cannot  breathe                    DI UN SOGNO CHE NON PUO' RESPIRARE

In this harsh reality                            IN QUESTA DURA REALTA'

Mass confusion spoon feed to the blind        LA CONFUSIONE DI MASSA NUTRE CON UN  CUCCHIAIO   LA CECITA'

Serves now to define our cold society SERVE ORA DEFINIRE LA VOSTRA FREDDA SOCIETA'

From which we'll rise over love            DALLA QUALE CI SI INNALZERRA'  AL DI SOPRA DELL'AMORE

Over hate               AL DI SOPRA DELL'ODIO

From this iron sky          DA QUESTO CIELO DI FERRO

That's fast becoming our minds         CHE PRESTO DIVERRA' LA NOSTRA MENTE

Over fear and into freedom                 FUORI LA PAURA E DENTRO LA LIBERTA'



Il fluire dell'Umanità al Parco Nazionale Dei Laghi di Plitvice - Croazia

Un pensiero per Alex



mercoledì 31 gennaio 2024

Tempesta



Da cosa si nota che è passato il tempo, il mio tempo?

Da come percepisco, ora, certe parole: le parole ... si, insomma, i testi delle canzoni che magari ho ascoltato volentieri per la loro gradevole armonicità musicale, che a suo tempo mi fece piacere, soffermandomi al momento solo sulla schiuma della vasca piena d'acqua per un bagno ristoratore, piuttosto che sull'essenza dell'acqua morbida di olii per il corpo, riparatori ed ed emollienti.

Ora

come in cima al grandioso Monte Bianco della mia foto qui sopra ( visto da Punta Helbronner ), mi  si addensano nuvole di tempesta in testa a sentire la voce di Battisti che mi infastidisce ripetendo ...Voglio Anna!! ...nella canzone "Anna"

"ANNA"  canta Battisti

Hai ragione anche tu

Cosa voglio di più
Un lavoro io l'ho
Una casa io l'ho

La mattina c'è chi
Mi prepara il caffè
Questo io lo so

E la sera c'è chi
Non sa dirmi no
Cosa voglio di più -  WOW! IL PRINCIPINO!! CE L’HAI LA CUOCA O CUCINI DA SOLO??

Hai ragione tu
Cosa voglio di più
Cosa voglio
Anna
Voglio Anna – UHM … ANNA … COS’E’  UN GIOCO? UNA BAMBOLA? NO …  E’ COME ALEXA! MAH,  UN ROBOT? CI SONO! UNA CARAMELLA? CONOSCO ROSSANA DI NOME PERUGINA DI COGNOME, BUONISSIMA!   MA ANNA… MI SFUGGE!

Non hai mai visto un uomo piangere
Apri bene gli occhi sai
Perché tu ora lo vedrai
Apri bene gli occhi sai
Perché tu ora lo vedrai

Se tu on hai mai visto un uomo piangere
Guardami
Guardami -  UN PIRLA! 

Ero un uomo NO, UN PIRLA!

Cosa sono ora io
Cosa sono mio Dio
Resta poco di me   Io che parlo con te
Io che parlo con te di Anna , Anna , Voglio Anna … GUARDA … NON SO COSA SIA QUESTA ANNA DI CUI PARLI, L’ OGGETTO CHE HAI DESCRITTO MI SFUGGE! E CHE STRANA COSA  … IL DISPOSITIVO GRIDA DEI SI!! E TU PER SENTIRTI UN UOMO LI HAI CONTATI!  AGGHIACCIANTE!


martedì 30 gennaio 2024

INVITAMI NOTTE AD IMMAGINARE LE STELLE sottotitolo JUDE


Chi è che ha sporcato la notte?

Egli o ella non sa immaginare le stelle, non sa immaginare perché il suo cervello

 è chiuso col lucchetto


Memoriale della Shoah a Milano, 28 gennaio 2024

domenica 19 novembre 2023

La Sopravvissuta


 

La Sopravvissuta

 

Maledetto da Dio e dagli Uomini, come capitò a Caino

Potente nell’odio, ma il peggiore vigliacco, quello che non ci arriva e allora pesta i piedi e trita la testa.

A chi è generoso con lui.

Il ribrezzo, lorda gli occhi della Sopravvissuta e ne riempie i polmoni con l’odore di morte

Neanche la merda puzza più di quella morte

Quella morte, con cui hai offeso

Nella tua miseria.

La Sopravvissuta sa tutto

Lei ha provato

E’ andata bene, è Sopravvissuta al boia vestito da vincitore, all’arroganza della sigaretta del drogato, accesa al momento giusto … quello dell’interrogatorio, quello delle botte, quello della richiesta di un’ultima volta.

E’ Sopravvissuta anche alle proprie debolezze, alla sua accondiscendenza, alla paura di restare sola, a qualunque lusinga, all’ultimo appuntamento. Ora non è un diamante, ma è una roccia.

E non dimentica mai niente, la Sopravvissuta.


                                        I larici biondi di novembre, in Val Pusteria




lunedì 31 luglio 2023

Cantaré, porque quita el dolor




Cantaré - Mannarino - e, sullo sfondo, il sito dell'Ostriconi ( Corsica )

In principio era la voce, si fa per dire
La voce del padrone, per obbedire
La voce nella mia testa, per impazzire
La voce del tuo silenzio, il suono più grande

La voce delle mie vene, un altro taglio
La voce delle bandiere la suona il vento
La voce delle sirene la voglio sentire
La voce degli innamorati se ne va per venire

Cuando una voz no se para
Se le pica la oreja al patrón
Pero mi voz sigue alegra
Porque yo tengo mi amor
Cantaré porque quita el dolor
Cantaré hasta que alcanze la voz

Cantarono nelle strade per non morire
Cantarono nelle gabbie per non impazzire
Cantarono addosso al muro davanti a un fucile
Colpo su colpo vedrete questo muro cadere

Cantaré come canta un cieco
Cantaré come un tuono nel cielo
Como lloró perché vale oro
Questa vita che grida da sola mentre canta in un coro

Core mio, canta pe' me
Tu c'hai labbra de miele
Core mio, dimmelo te
Che la musica cambia se te voi bene

Cuando una voz no se para
Se le pica la oreja al patrón
Pero mi voz sigue alegra
Porque yo tengo mi amor
Cantaré porque quita el dolor
Cantaré para no matarla, señor

Cantarono nelle strade per non morire
Cantarono nelle gabbie per non impazzire
Cantarono addosso al muro davanti a un fucile
Colpo su colpo vedrete questo muro cadere

Cantaré come canta un cieco
Cantaré come un tuono nel cielo
Como lloró perché vale oro
Questa vita che grida da sola mentre canta in un coro

martedì 9 maggio 2023

Il respiro freddo dello Stalker



Every breath you take  -  Ogni respiro che fai
And every move you make - e ogni movimento che fai
Every bond you break - ogni legame che spezzi
Every step you take - ogni passo che fai
I'll be watching you - io ti guarderò

Every single day - Ogni singolo giorno
And every word you say - e ogni parola che dici
Every game you play - ogni gioco a cui giochi
Every night you stay - ogni notte che passa
I'll be watching you - io ti guarderò

Oh, can't you see  - Oh, non vedi che
You belong to me? -  tu mi appartieni?
How my poor heart aches - ( E ) Come soffre il mio povero cuore
With every step you take? - ad ogni passo che fai?

Every move you make - Ogni movimento che fai
And every vow you break - e ogni promessa che rompi
Every smile you fake - ogni sorriso che fingi
Every claim you stake - ogni diritto che rivendichi
I'll be watching you - io ti guarderò!

Since you've gone, I've been lost without a trace - Da quando te ne sei andata, io sono perso, senza alcuna ( tua ) traccia
I dream at night, I can only see your face - Io ( lo ) sogno la notte, io posso solo vedere il tuo viso
I look around, but it's you I can't replace - guardo in giro, ma sei tu che non posso rimpiazzare!
I feel so cold, and I long for your embrace - Ho così freddo, e desidero così tanto un tuo abbraccio
I keep crying, baby, baby please - continuo a piangere, piccola, piccola, per favore!

Oh, can't you see - Oh, non vedi
You belong to me? - che mi appartieni?
How my poor heart aches - ( Non vedi ) come soffre il mio povero cuore
With every step you take? - ad ogni passo che fai?

Every move you make
And every vow you break
Every smile you fake
Every claim you stake
I'll be watching you
…………………………

I'll be watching you
(Every single day) - Ogni singolo giorno
(Every word you say) - Ogni parola che dici
(Every game you play) - Ogni gioco a cui giochi
(Every night you stay) I'll be watching you - Ogni notte che passa, io ti guarderò




Coperta di nuvole dalla Plose ( Bressanone, BZ )

Traduzione del testo di "Every breath you take"  cantata dai Police di Sting