domenica 1 maggio 2022

Quello che viene a galla ... anche se qualcuno vuole che resti sotto il mare




DIRITTI UMANI DIRITTI UMANI DIRITTI UMANI DIRITTI UMANI DIRITTI UMANI DIRITTI UMANI


I diritti umani sono l’elemento fondamentale che consente a ogni persona di
vivere con dignità in quanto essere umano. Soltanto grazie a essi è possibile costruire la libertà, la giustizia, la pace ed è rispettandoli che l’individuo e la comunità possono svilupparsi integralmente.

 

L’evoluzione dei diritti umani ha le sue radici nei grandi avvenimenti della storia umana, in particolare nella lotta per la libertà e l’uguaglianza, ovunque nel mondo. I principi basilari dei diritti umani — come il rispetto per la vita e per la dignità umana — sono inoltre presenti nella maggior parte delle religioni e delle filosofie.

 

Dal 1948 sono affermati nella Dichiarazione universale dei diritti umani  (Dudu) che, insieme ad altri documenti e convenzioni internazionali, stabilisce cosa i governi devono o non devono fare per garantire i diritti di ogni persona.


I diritti umani sono:

      naturali: non devono essere acquistati, guadagnati o ereditati, perché appartengono a ogni individuo sin dalla nascita;

      universali: sono gli stessi per tutti gli esseri umani, senza distinzione di origine etnica, sesso, orientamento sessuale, religione, opinione politica o di altro genere, origine nazionale o sociale;

      inalienabili: non possono essere sottratti e nessuno ha il diritto di privarne un’altra persona, per nessuna ragione. Gli individui conservano i diritti umani persino quando le leggi dello Stato non li riconoscono o li violano;

      indivisibili: devono infatti essere intesi come un insieme e concorrono tutti assieme alla costruzione della libertà, della sicurezza e di un dignitoso tenore di vita per ogni individuo. Se un diritto è minacciato, sono minacciati tutti gli altri.


Categorie di diritti


      Diritti civili e politici: sono “orientati alla libertà” e comprendono il diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della persona; alla libertà dalla tortura e dalla schiavitù; alla partecipazione politica; alla libertà di opinione, espressione, pensiero, coscienza e religione; alla libertà di associazione e riunione.

 

     Diritti economici e sociali: sono “orientati alla sicurezza” e comprendono il diritto al lavoro; all’educazione; a un soddisfacente tenore di vita; al cibo; a un’abitazione e alla salute.

 

     Diritti ambientali, culturali e allo sviluppo: comprendono il diritto di vivere in un ambiente pulito e protetto dal degrado e i diritti allo sviluppo culturale, politico ed economico.


 Quando affermiamo che ogni individuo deve godere del riconoscimento dei propri diritti, affermiamo anche che ogni individuo ha la responsabilità di rispettare i diritti degli altri.

2 commenti: